Gabriele Lorusso

Andiamo a conoscere il nuovo acquisto dell’Oraziana Venosa

Data di Nascita: 20/10/1995
Luogo di Nascita: Canosa
Altezza: 177 cm
Peso: 78 Kg
Ruolo: Trequartista / Seconda punta
Piede: Destro

BIOGRAFIA

Dopo gli inizi nella scuola calcio Junior Calcio Lavello, Gabriele Lorusso all’età di 17 anni entra a far parte della rosa della Beretti dell’As Melfi, fornendo un contributo importante con 18 gol giocando da titolare nonostante sia sotto età. Le prestazioni fornite con la formazione giallo verde gli valgono la chiamata nella stagione 2013/2014 da parte dell’Usd Lavello del presidente Di Ciommo, dove disputa il campionato di Promozione da under siglando 5 reti che sono valse il salto di categoria in Eccellenza. Resta altri 4 anni nella sua città, disputando tutti i campionati da punto fermo della formazione titolare e ricambia la fiducia con 35 gol e 20 assist in 4 campionati. In queste stagioni diventa uno dei prezzi pregiati del calcio lucano e nella stagione 2018/2019, dopo anni di passione per l’Usd Lavello, passa ai diretti rivali della CS Vultur Rionero. Il ragazzo non paga l’impatto con il nuovo ambiente e anzi disputa il miglior campionato della sua carriera siglando 14 gol con la casacca bianconera, che costituiscono il suo record personale di gol in una sola stagione. Quando sembra pronto al salto di categoria, comincia per il ragazzo un percorso fatto di continui cambi di casacca che lo portano negli ultimi anni a cambiare squadra dopo ogni sessione di mercato. Dalla stagione successiva al suo exploit infatti, avvengono ben 4 cambi di casacca, indossando le maglie della Sinalunghese (Eccellenza Toscana), dove gioca con continuità fino all’interruzione del campionato per Covid, siglando un solo gol. La stagione 2020/2021 fa ritorno alla CS Vultur ma il campionato viene interrotto dopo sole 4 giornate. Le ultime due stagioni sono state ancora più complesse per il ragazzo, che ha provato altre esperienze fuori regione, indossando le maglie del Canosa in Eccellenza Pugliese, della Vis Ariano in Eccellenza Campania e della Vigor Trani, sempre in Eccellenza Pugliese, squadre dove non è riuscito a lasciare il segno. Ora la possibilità di rilanciarsi nell’Oraziana Venosa, grazie alla chiamata del Ds Antony Pace, che lo conosce sin dai tempi dell’Usd Lavello.

Lorusso con la maglia del Canosa, club militante in Eccellenza Pugliese

CARATTERISTICHE TECNICHE

Lorusso è un trequartista in grado di agire sulle fasce o anche da seconda punta. Predilige giocare verso il centrosinistra in modo tale da poter convergere al centro e liberare il suo tiro che è più preciso che potente. Le qualità per cui si fa apprezzare maggiormente sono il controllo di palla, dove mette in mostra un perfetto uso anatomico della superficie del piede e la sua visione di gioco, specialmente nell’ultimo terzo di campo, che lo rendono in grado di fornire numerosi assist ai suoi compagni. Giocatore associativo, abile nel dribbling in spazi stretti sia dorsale che frontale dove sfrutta il suo buon gioco di gambe. Velocità nella media, deve migliorare nel colpo di testa e ristrutturarsi fisicamente dopo le ultime due stagioni tribolate. Non escludo per lui in futuro, un arretramento del suo raggio d’azione, portandolo nella zona nevralgica del campo, magari come mezzala di qualità con compiti di consolidamento del possesso, specialmente in un 4-3-3 data anche la sua capacità di sacrificarsi per la squadra. Bisognerà vedere però, quanta benzina avrà ancora nelle gambe.

Una giocata di Lorusso

CONSIDERAZIONI SUL SUO ACQUISTO

L’Oraziana Venosa mette a segno un colpo importante per il campionato di Eccellenza Lucana. Quando è in giornata, Lorusso può fare la differenza. Tatticamente dovrebbe integrarsi molto bene con la punta di riferimento Bongermino formando insieme una delle coppie più interessanti e meglio assortite del campionato: Lorusso avrà il compito di raccordare il gioco, lasciando al buon Bongermino i gol e le sportellate con i difensori avversari. Restano i dubbi sulla tenuta fisica, dato le sue ultime stagioni molto difficili anche per questioni lavorative, ma a 27 anni c’è margine per rimettersi a posto fisicamente e provare a rilanciarsi.

In questa azione Lorusso recupera palla ferocemente, a testimonianza del suo spirito di sacrificio, e serve un assist da spingere solo in rete.