I Rondos

Prendendo spunto dai cosiddetti ‘rondos’ spagnoli, ovvero una specie dei nostri ‘torelli’ con l’inserimento di più obiettivi tattici, nasce questa esercitazione, utilizzabile sia in un contesto di calcio a undici che nel calcio a cinque.

Sono molti gli spunti che il futsal può offrire al suo parente più noto, non per ultimo un elevato livello attentivo e di concentrazione da mantenere per tutta la durata della gara. E questa esercitazione può aiutare a raggiungere anche questo obiettivo.

CATEGORIA: dagli esordienti in su.
COLLOCAZIONE NELL’ALLENAMENTO: all’inizio della seduta.
NECESSITA’ DI: sei giocatori, un pallone, tre pettorine e otto cinesini.
OBIETTIVI: scaglionamento, passaggio, ricezione, intercetto e adattamento immediato al cambio di possesso (velocità di predisposizione alla transizione, sia negativa che positiva).
SVILUPPO: si tratta di un’esercitazione da poter ricreare in maniera molto semplice, con sei giocatori divisi in due squadre. Questo esercizio viene sviluppato solitamente durante gli allenamenti di futsal, ma può essere realizzato anche per il calcio a undici, per predisporre i giocatori ad avere un maggiore livello attentivo e per migliorare la loro capacità di adattarsi alle transizioni: ovvero, l’attitudine nel passare dalla fase difensiva a quella offensiva, e viceversa.
Il grado di concentrazione, infatti, è più elevato nel futsal e da questo il calcio può trarre notevoli benefici.

Viene effettuata una sorta di ‘torello’ tre contro uno all’interno di un quadrato delimitato da quattro cinesini (in azzurro nell’immagine): una volta che il Rosso, nel mezzo, avrà intercettato il pallone, dovrà riuscire a servire i suoi due compagni posti in un altro quadrato (delimitato dai cinesini verdi nell’immagine) adiacente al primo.
Il Giallo che ha perso il pallone, andrà a fare il cosiddetto ‘pollo’ nel nuovo quadrato, con i tre Rossi ora in possesso di palla.
E così via, esercitando la continua dinamica che porta dalla fase difensiva a quella offensiva, e viceversa.
VARIANTI: si può effettuare il torello a uno o due tocchi, aumentando o diminuendo l’area del quadrato di azione. Ovviamente, più piccola sarà l’area, maggiore sarà la possibilità di perdere il possesso della sfera, dando il la alla transizione che è il fulcro dell’esercizio.
Si può anche effettuare un torello 4 vs 2, con altri due giocatori ad aspettare nel quadrato adiacente: in queso caso, andranno a fare i ‘polli’ nel nuovo quadrato chi ha sbagliato il passaggio e chi doveva riceverlo.
Il numero di giocatori in questi rondos dipende anche da quanti calciatori si abbiano a disposizione durante la seduta di allenamento.