Tre nomi per il mercato del Lavello

A poche ore dall’apertura del calciomercato invernale e a meno di un mese dal Natale, mi travesto da tifoso ed esprimo i miei tre desideri. Ho inserito un rinforzo per reparto.

DIFENSORE: ANDREA MONTESANO
Nativo di Garbagnate, in provincia di Milano, è un classe 1992. Difensore centrale mancino, è un calciatore di grande esperienza. Sette stagioni in serie C con la Giana Erminio con oltre 200 presenze, ha vestito anche le maglie del Borgosesia e Novara, dove ha iniziato la sua carriera nel Settore Giovanile. Nell’ultima stagione con il Gozzano in serie D, è stato autore di 36 presenze e 4 reti. Conta in carriera oltre 300 presenze, principalmente tra i Professionisti. Non è fortissimo fisicamente ma sopperisce a questa carenza con la velocità ed è molto abile nell’impostare il gioco. In estate viene acquistato dal Picerno con il quale gioca poco (solo 2 presenze) e viene svincolato la scorsa settimana. Su di lui sembrano esserci forti le attenzioni della Luparense. Viste le sue caratteristiche, si troverebbe a suo agio e creerebbe una coppia ben assortita con tutti i nostri attuali difensori centrali della rosa.

CENTROCAMPISTA: ALBERT RAFETRANIAINA
Classe ’96, centrocampista, di piede destro, tecnicamente dotato, in possesso di buone doti di palleggio, veloce ed anche tenace. Ma l’aspetto che colpisce maggiormente di Albert Rafetraniaina è la sua grande duttilità tattica: è un mediano ma può essere impiegato sia come terzino sinistro o destro che come ala, sempre mantenendo un rendimento elevato. E’ il tipico jolly che tutti gli allenatori vorrebbero avere in squadra.
La sua storia ricorda molto quella di tanti giovani calciatori africani che giungono giovanissimi in Francia in cerca di speranza e di una possibilità che possa cambiare la loro vita. Partito da Ambohitrony, una piccola città del Madagascar nella regione di Analamanga, Albert arriva in Francia nel luglio del 2007 a soli 13 anni esattamente a Marsiglia dove entra subito a far parte del piccolo club dello Sporting di Bel Air; lì vi resta per poco tempo, infatti dopo pochi mesi viene scovato dagli scout del Nizza che lo inseriscono immediatamente nel settore giovanile rossonero e dopo un anno giocato sotto età diviene il punto di forza della selezione Under 15 degli “aquilotti”.
Nel 2012 Rafetraniaina è salito alle luci della ribalta in quanto è stato il secondo giocatore più giovane della storia ad esordire nella Ligue 1 (il 6 ottobre 2012 contro il Reims) dietro a Laurent Roussey; una conferma ulteriore delle grandi doti e qualità del talento malgascio. Disputa 27 presenze in Ligue 1 con la maglia del Nizza ed arriva anche l’esordio in Europa League. Viene convocato anche nelle nazionali giovanili transalpine, 2 presenze nell’Under 18 e 1 presenza nell’Under20. Proprio nel momento in cui sembra essere nata una stella, il Nizza vive una serie di scossoni tecnici che fanno finire Albert sempre più ai margini della rosa francese finendo imbottigliato tra un prestito al Red Star in seconda divisione francese e la panchina nella seconda squadra del Nizza, addirittura in terza serie. Coglie questa occasione il Bisceglie che lo tessera nella stagione 2019/2020 per disputare il campionato di Serie C, dove ritrova il campo con continuità. Al termine della stagione in neroblu mette a referto complessivamente 30 presenze tra Coppa Italia e Serie C segnando 1 rete. L’anno successivo viene ingaggiato dal Molfetta in serie D e per il suo equilibrio e dinamismo diventa subito un titolare inamovibile della squadra di Bartoli. La stagione successiva (siamo al 2021/2022) parte con gli stessi presupposti fino a quando non subisce un infortunio grave come la lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio che lo mette ko per tutta la stagione. E’ attualmente svincolato e se si riuscisse a rimettere in forma dopo un anno di inattività, ci si porterebbe a casa un jolly di grande qualità che in rosa farebbe molto comodo.

ATTACCANTE: FAISSAL EL BAKHTAOUI
Faissal El Bakhtaoui è un classe ’92 nato a Saint Tropez. Francese con passaporto marocchino, gioca attualmente con il Team Nuova Florida nel girone F del campionato di serie D, con il quale ha siglato 7 reti in 10 incontri. E’ un esterno d’attacco adatto per entrambe le fasce che può giocare anche come punta. Predilige l’uso del destro ma per la qualità di calcio del piede debole potremmo definirlo ambidestro. Vanta una carriera piuttosto importante: dal 2012 al 2016 ha militato al Dunfermline nella Serie B scozzese siglando ben 31 gol in 70 presenze. Queste prestazioni, all’età di 24 anni, significano la chiamata del Dundee Unitedmassima serie scozzese. Dal 2016 al 2019 lo score è decisamente minore, solo 5 reti ma le presenze sono comunque tante, ben 58. Torna poi in prestito nella squadra che l’ha lanciato siglando 1 rete in 27 presenze. L’anno successivo ancora B scozzese al Queen of the South dove sigla 1 rete in 15 presenze prima dell’interruzione per Covid. Torna quindi in patria, al Difaâ El Jadida in Marocco: solo 5 presenze. La sua carriera sembra destinata a una parabola discendente e invece arriva la possibilità di rilanciarsi in Italia, con la Nocerina. Dopo mesi di pratiche burocratiche da risolvere, nel marzo 2021 arriva la firma sul contratto con la formazione molossa e nonostante l’ampia concorrenza nel reparto offensivo, lui riesce a ritagliarsi uno spazio importante agli ordini del mister Cavallaro, mettendo a segno 8 gol in 15 presenze. La scorsa stagione decide di andare a giocare nella serie A maltese con la maglia dell’Hamrun Spartans e viene insignito del titolo di miglior giocatore dell’anno. Arrivga quindi l’ingaggio di questa estate da parte del team romano e anche se la classifica della sua squadra non sorride, il suo impatto si può definire devastante. In una squadra come la nostra, dove gli attaccanti devono saper giocare bene tecnicamente e devono saper muoversi lungo tutto il fronte d’attacco, io lo vedrei perfettamente inquadrato nei nostri schemi e con le caratteristiche giuste per farci fare il salto di qualità.