Antonio Caprioli

Nato il: 16/01/1992

Altezza: 176 cm

Peso: 68 kg

Posizione: Centrocampista centrale

Piede: Sinistro

BIOGRAFIA

Classe 1992, Antonio Caprioli è un giocatore dal curriculum importante e variegato. Dopo 8 anni di settore giovanile nel Bari, dove riesce ad affacciarsi in prima squadra godendo della stima di Antonio Conte, per Caprioli arriva la prima esperienza nel professionismo con la maglia del Melfi in Serie C2, dove disputa 19 presenze condite da 1 gol. Negli anni successivi, inizia a girare l’Italia: è stato in Molise, dove ha vinto il campionato di Eccellenza con l’Isernia; ed ancora, tanta Serie D, a Bisceglie, a Selargius (Sardegna), a Termoli (Molise) e ad Amiternina (Abruzzo). Poi il riavvicinamento a casa, con dapprima l’Eccellenza a Lavello e poi a Bisceglie, sponda Unione Calcio. Passa poi ai rivali del Bitonto, prima di compiere il secondo ritorno a casa con il Lavello, dove resta per due stagioni e nella seconda stagione contribuisce in maniera determinante alla promozione della squadra in Serie D con 25 presenze e 6 gol, giocando da vicecapitano. Nella stagione 2020/2021 passa al neopromosso Molfetta e in quella successiva passa al San Giorgio. In questa prima parte di stagione gioca per il Porto D’ascoli, prima del passaggio al Fanfulla Lodi.

Caprioli con la maglia del Molfetta

CARATTERISTICHE TECNICHE

Nel corso della sua carriera, Caprioli ha giocato in tutte le posizioni di centrocampo ma il ruolo che calza a pennello con le sue caratteristiche è quello del play o vertice basso. È il calciatore ideale a cui affidare le chiavi del centrocampo, grazie alla sua qualità tecnica da giocatore di categoria superiore. Pur non essendo molto veloce, è dotato di un ottimo dribbling, che nasce principalmente da finte di corpo che gli consentono di liberarsi dell’avversario sfruttando il suo baricentro basso. È un giocatore in possesso di una visione di gioco periferica, in grado di dettare i tempi alla sua squadra in maniera precisa anche attraverso l’utilizzo di lanci pennellati ai compagni di squadra. Adattabile in tutti i sistemi di gioco, in tutte le squadre dove ha giocato, Caprioli è stato il tiratore scelto sulle palle inattive sfruttando il suo mancino potente e preciso e la varietà di soluzioni che porta in dote sul suo piede. Il tiro da fuori area è un altro pezzo forte del suo repertorio. In fase di non possesso compensa alle sue carenze dal punto di vista fisico con la sagacia tattica che gli permette di chiudere tutte le linee di passaggio avversarie ed essere sempre al posto giusto. Difficilmente, infatti lo vedrete andare a cercare il contrasto diretto o tentare un recupero difensivo in scivolata per via del suo stile di gioco pulito.

Caprioli mette in mostra il pezzo forte del suo repertorio.